Compliance

Le maggiori complessità del quadro normativo di riferimento delle forme pensionistiche complementari, la crescente sofisticazione dei processi gestionali interni/esternalizzati nonché le valutazioni sempre più attente da parte degli organi di controllo e di vigilanza, portano ad assegnare alla funzione di compliance un ruolo centrale per lo sviluppo dimensionale del Fondo. La funzione di compliance è preordinata a supportare ex-ante ed ex-post l'organo amministrativo del Fondo pensione nella configurazione dei processi operativi al fine di prevenire/gestire il rischio di incorrere in sanzioni, perdite economiche o danni di reputazione in conseguenza di violazioni di norme legislative, regolamentari o di autoregolamentazione (rischi di non conformità e reputazionale). I servizi di compliance tendono quindi a favorire la conformità del Fondo pensione rispetto alle norme di settore ed alla regolamentazione interna, principalmente attraverso:

  • le analisi preventive alla realizzazione delle modifiche dell'ordinamento interno volte a recepire le innovazioni normative e le esigenze di evoluzione del Fondo pensione;
  • l'analisi delle problematiche di natura amministrativa indotte da modifiche legislative ovvero dall'adozione di provvedimenti e istruzioni di vigilanza da parte della COVIP, con evidenza del relativo impatto sul funzionamento del Fondo e delle modifiche da adottare nell'ambito della regolamentazione interna del Fondo medesimo.